Homepage / pubblicazioni / Israele e la crisi siriana
Correttore di bozze - Esperta di testi - Traduttrice - Correttore di bozze - Esperta di testi - Traduttrice -

Israele e la crisi siriana

L’attenzione che i mass media dedicano alla guerra civile siriana è molto mutevole, infatti, nel mese di aprile vi sono stati moltissimi servizi e articoli di giornali dedicati al tema Israele e la crisi siriana, dovuti ad un possibile conflitto tra lo Stato ebraico e Hezbollah.

 

Tuttavia, è importante rilevare che nonostante la tematica Israele e la crisi siriana sia un aspetto importante della guerra civile in Siria, essa non è affrontata in modo approfondito dai media nazionali.

 

La guerra civile in Siria, che fino ad oggi ha causato la perdita di centinaia di migliaia di vite e reso profuga quasi la metà della popolazione, non è vicina alla fine. La tragedia siriana, che ha coinvolto altri attori del Medio Oriente, milizie mercenarie e eserciti stranieri, non sembra stabilizzarsi.

 

Il saggio Israele e la crisi siriana intende fornire un’analisi politica e militare delle sfide che la guerra civile in Siria pone allo Stato ebraico.

 

Nuovi sviluppi, incluso il radicamento delle forze armate russe e iraniane in Siria, sono importanti anche per Israele e la sua visione strategica, soprattutto per quanto concerne la Siria meridionale.

 

La linea politica israeliana, inizialmente basata sull’idea dello Stato ebraico come “spettatore passivo”, evolvendosi in un intervento molto più attivo vicino al confine siriano, richiede un’analisi particolare. Il suo principio organizzativo combina l’attività umanitaria e militare: costruire ponti da un lato, e massimizzare gli interessi israeliani dall’altro. Inoltre, la “diplomazia umanitaria” - l’assistenza civile e governativa fornita nell’area delle Alture del Golan siriano- sarà oggetto di un esame approfondito, così come il suo ruolo negli sforzi per costruire una base di interessi comuni tra Israele e i gruppi dell’opposizione siriana. Infine, dobbiamo comprendere le sfide e le opportunità che Israele deve affrontare, alla luce della rapida evoluzione della situazione oltre confine.

 

La rapida evoluzione degli eventi, che ha provocato una risposta immediata da parte israeliana, potrebbe condurre Israele verso un maggiore coinvolgimento nella crisi siriana e allo stesso tempo ampliare lo scenario di crisi, con conseguenze ad oggi imprevedibili per i futuri assetti geopolitici del Medio Oriente.

 

Puoi leggere direttamente l'intera pubblicazione

Comments are closed.