Homepage / Blog / Scrivere un romanzo gotico: un esempio concreto, La memoria delle ceneri
Correttore di bozze - Esperta di testi - Traduttrice - Correttore di bozze - Esperta di testi - Traduttrice -

Scrivere un romanzo gotico: un esempio concreto, La memoria delle ceneri

Scrivere un romanzo gotico è il desiderio di molti valenti e intraprendenti aspiranti scrittori. Molto spesso non mancano le idee, ma è sempre utile avere un esempio pratico da cui trarre ispirazione.

 

Per questo motivo, desidero presentare ai lettori il romanzo gotico che io e Simone Valtorta, mio collega presso la redazione di Storico.org abbiamo scritto insieme, La memoria delle ceneri, per la casa editrice La torre dei venti.

 

scrivere un romanzo gotico

 

Non intendo stilare una guida su come scrivere un romanzo gotico, penso che un esempio pratico, per questa volta, possa funzionare meglio che un elenco di cose da fare e da non fare per scrivere un romanzo gotico che si faccia leggere con piacere.

 

Scrivere un romanzo gotico è molto impegnativo, come è impegnativo qualsiasi lavoro inerente la scrittura creativa. Ma con la giusta determinazione e tenacia, sono sicura che molti lettori aspiranti scrittori potranno cimentarsi nell'impresa.

 

La memoria delle ceneri uscirà il 18 giugno e sarà acquistabile naturalmente in tutte le librerie, su IBS e Amazon.

 

La memoria delle ceneri è il risultato di cinque anni di lavoro, revisioni, riscritture anche profonde, tanto che chi leggesse la prima e l’ultima versione dell’opera, si troverebbe di fronte a due storie completamente diverse.

 

Di che cosa parla?

 

L’alterazione della realtà e l’introduzione di elementi sovrannaturali che alimentano, fino all'ossessione, le paure più recondite dell’essere umano lo caratterizzano come romanzo dell’orrore, mentre i temi dell’incombenza della morte, della maledizione, dell’odio finalizzato alla vendetta, e i richiami alle cabale di estrazione religiosa, mettono in risalto l’appartenenza a un filone neogotico.

 

I temi affrontati in modo diretto, quali la tragedia della Shoah e il principio che l’odio genera altro odio, rendono il testo adatto a una lettura da parte di un pubblico di adulti ma anche di giovani.

 

La storia si ambienta nei primi anni Ottanta in una Parigi cupa e funerea, ben diversa dalla «ville lumière» a cui siamo portati a immaginare, ma la vicenda affonda le sue radici in un passato più remoto, precisamente nella deportazione degli Ebrei Parigini nei campi di sterminio nazisti fatta dalla gendarmeria francese nel 1942.

 

È un fatto storico ancora poco conosciuto, che ha provocato la quasi totale uccisione dei 13.000 Ebrei rastrellati (tutti di nazionalità non francese).

 

Lo stesso titolo, La memoria delle ceneri, rimanda sia alla «Giornata della Memoria», sia alle ceneri degli Ebrei bruciati nei forni crematori dei lager.

 

Su questa Parigi, stretta nel gelo invernale, una città in cui si mescolano luoghi reali e luoghi inventati, eventi realmente accaduti ed eventi di fantasia, incombe la forza sovrannaturale del Devastatore, citato anche nella Bibbia: una forza colma di una malvagità assoluta, che proviene dal passato e che si nutre di odio.

 

Una minaccia rimasta nascosta per decenni sta per svelarsi, per dare il via a una serie di eventi sanguinosi di cui nessuno potrà comprendere la reale portata, fin quando non sarà forse troppo tardi per fermarli.

 

Il romanzo è stato concepito come un intrigante enigma che deve essere risolto passo dopo passo, mettendo in ordine tutti i tasselli: una corsa tra le vittime e il predatore, la cui posta è la vita e, forse, anche la salvezza dell’anima.

 

Una sorta di giallo «classico», deduttivo, dove la spiegazione mette in scena il soprannaturale, ma dove ogni cosa deve avere una sua ragione e una sua logica: nulla viene lasciato al caso.

 

Un libro complesso, dunque, ma anche scorrevole nella lettura e ricco di colpi di scena, percorso da una sottile vena ironica: un romanzo che potrà appassionare sia i cultori del genere neogotico, sia coloro che si avvicineranno per la prima volta a questo tipo di letteratura.

 

È possibile leggere una presentazione del romanzo cliccando qui.

 

Buona lettura!

 

 

Per avere maggiori dettagli o ricevere gratuitamente un preventivo, contattami (link alla pagina contatti) e riceverai a breve tutte le informazioni richieste.

Comments are closed.